Ginestre

Carlo Mattioli | GinestreCarlo Mattioli | Ginestre
Carlo Mattioli | Ginestre
Carlo Mattioli | GinestreCarlo Mattioli | Ginestre
Carlo Mattioli | Ginestre
Carlo Mattioli | GinestreCarlo Mattioli | Ginestre
Carlo Mattioli | Ginestre
Carlo Mattioli | GinestreCarlo Mattioli | Ginestre
Carlo Mattioli | Ginestre
 

Fuori stagione, l’anno scorso, Carlo Mattioli è sceso nelle Marche per un premio che prende nome proprio dalla Ginestra leopardiana, che gialleggia laggiù, sui declivi, fra le rocce….La siccità era compatta, il cielo, netto e piatto posato sull’Adriatico, che si stendeva sotto, fra due promontori…Di Leopardi, Mattioli si portava dietro, con il cappello di paglia e il grande notes, la fertilità psicologia, la capacità di concentrazione e di metafisicizzazione, il fervore formale, l’alto silenzio del fiore disperato. Dove lo spazio si dilata, trionfano le radure delle ginestre, allagamenti gialli, sui quali si sfoglia un papavero di luce più frizzante, errano lucciole meridiane. Più mi aggiro, e medito, fra le immagini naturali di Carlo Mattioli e più mi accordo al parere di Schiller, che l’arte è la mano destra della naturaAlberico Sala, 1980

Guarda gli altri cicli pittorici

• 12 marzo 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *