Nudi

Nudo Coricato | 1960Nudo Coricato | 1960
Nudo Coricato | 1960
Nudo Bianco | 1961Nudo Bianco | 1961
Nudo Bianco | 1961
Nudo Coricato | 1961Nudo Coricato | 1961
Nudo Coricato | 1961
Nudo | 1944Nudo | 1944
Nudo | 1944
 
Nudo Coricato | 1972Nudo Coricato | 1972
Nudo Coricato | 1972
 

La serie d’opere nella quale Mattioli ha dato la più piena misura della sua ispirazione e dell’originalità del suo canto, è quella dei “nudi femminili”. Credo che si dovrebbe vederli tutti insieme per realizzare appieno il valore della loro presenza storica nell’arte odierna…La visone di Mattioli resta profondamente ancorata a stili consanguinei che s’indovinano scoperti in lunghi, drammatici soliloqui. Sintomatici i ricorsi a una vicenda che va da Rembrandt a Goya e a Degas vecchio, senza escludere il dibattito con altri paragoni e saggi…Queste nudità terribilmente omogenee e infinitamente diverse sono denudazioni, rappresentano l’atto profondamente sorgivo dell’artista, il suo atteggiamento e sentimento fondamentale della vita. Ognuna, e più ancora nella loro coralità, dall’amoroso al tragico, dall’erompente all’allucinato, dal dilaniato al diafano e levitante, concreta sensibilmente, un guardare impauroso, generoso, lucido, un piegarsi affascinato sulle origini vitali, una loro resurrezione rasserenata nella visione cosciente. Carlo Ludovico Ragghianti, 1965

Guarda gli altri cicli pittorici

• 19 marzo 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *